COMUNICATO STAMPA I pazienti COVID-19 con ridotta velocità di filtrazione glomerulare (GFR) hanno un incremento del 64% del rischio relativo di morte o di ingresso in terapia intensiva